Teoria dell’individuo. Stirner e il pensiero selvaggio

Alfredo M. Bonanno
Pensiero e azione - 7
2012, 2a ediz. 1a rist., rilegato in tela, pagine 392
euro 15,00

Un pensiero selvaggio, ecco ciò di cui abbiamo bisogno. Quello di Stirner è un contributo in questa direzione. Come tutti i contributi è soltanto un tentativo, non solo non arriva a conclusioni (e perché dovrebbe?) ma si costruisce da sé gli anticorpi per evitare di arrivarvi. E questo è il massimo segno dell’attitudine selvaggia.
Come trovarci nel mezzo della bufera? Ecco la domanda cruciale. Per quanti sforzi facciamo siamo sempre in avvicinamento, ci approssimiamo. Il salto vero e proprio è troppo traumatico per parlarne. Siamo fiduciosi che la verità di cui siamo fermamente convinti ci farà luce durante il cammino. Le illusioni tardano a morire.

Contenuto del volume:
Introduzioni - Max Stirner, il filosofo de L'unico - Il riferimento a Hegel - Contributo a una lettura critica de L'unico - Individualismo e comunismo: una realtà e due falsi problemi - Il mostro in ognuno di noi - Oltrepassamento e superamento - Coerenza e incoerenza - Crisi e fallimento - Iconoclasti fino in fondo - Le paure del signor de Taillandier - L'antigiuridismo di Max Stirner - Un refrattario - La prima traduzione francese de L'unico - Individuo e diversità